Share

L’aglio sott’olio è una conserva facile e veloce da preparare. Ottimi da gustare come stuzzicchini o come contorno. L’olio può essere utilizzato per condire insalate o primi piatti.

come conservare aglio sott'olio

Ingredienti

Dosi per 3 vasetti Preparazione: 15 min Tempo di cottura: 5 min + sterilizzazione Difficoltà: Facile

  • 4 teste di aglio fresco
  • 1 cucchiaio di sale
  • erbe aromatiche
  • pepe in grani
  • 4 foglie di alloro
  • 600 ml di aceto di vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • 600 ml di acqua

Preparazione

  1. Per sterilizzare i vasetti: Lavate i vasetti sotto l’acqua corrente. Foderate una pentola con un strofinaccio da cucina pulito e sistemate i vasetti dentro la pentola. Passate attorno ai vasetti uno o più strofinacci in modo da evitare che si urtino. Riempite di acqua la pentola fino a ricoprire i vasetti. Portate ad ebbolizione a fuoco alto, poi abbassate e lasciate i vasetti nella pentola per 30 minuti. Immergete i coperchi prima di scolare i vasetti. Spegnete e lasciate raffreddare. Tirate fuori i vasetti e i coperchi e fateli scolare a testa in giù su un panno asciutto.
  2. Pulite gli spicchi di aglio dalle pellicine.
  3. Cuoceteli per 5 minuti in una pentola con acqua, aceto, sale, pepe in grani e alloro.
  4. Scolateli su un canovaccio e asciugateli./li>
  5. Mettete gli spicchi nei vasetti sterilizzati, aggiugete alcuni grani di pepe, una foglia di alloro, erbe aromatiche (origano, timo o maggiorana) e coprite con l’olio.
  6. Lasciate riposare con il tappo sopra senza chiudere, in modo l’aria viene in superficie.
  7. Chiudete ermeticamente e disponete i vasetti nella dispensa, in un luogo fresco e buio, per un mese.
  8. Trascorso un mese potete utilizzare l’aglio sott’olio come antipasto o per gustose insalate

come conservare aglio sott'olio
come conservare aglio sott'olio
 




 

Inserisci la tua email per ricevere l'ebook gratuito Le ricette di Gustacinema e ricevere gli aggiornamenti con tutte le nuove ricette!

ebook gratuito ricette



 




Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta *