Marmellata di peperoncini piccanti

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

marmellata di peperoncini

La marmellata di peperoncino piccante è una conserva preparata con peperoncini rossi piccanti e peperoni dolci. Ottima da gustare sui formaggi o spalmata su crostini di pane.

Marmellata di peperoncini piccanti

crostini marmellata peperoncini piccanti
Preparazione: 20 min Tempo di cottura: 90 min Sterilizzazione 45 min Pronto in: 1h 50m

  • 200 g di peperoncino rosso piccante
  • 800 g di peperoni rossi
  • 500 g di zucchero
  • Sale grosso
  • 50 ml di vino rosso

marmellata peperoncini

Preparazione

  1. Per sterilizzare i vasetti: Lavate i vasetti sotto l’acqua corrente. Foderate una pentola con un strofinaccio da cucina pulito e sistemate i vasetti dentro la pentola. Passate attorno ai vasetti uno o più strofinacci in modo da evitare che si urtino. Riempite di acqua la pentola fino a ricoprire i vasetti. Portate ad ebbolizione a fuoco alto, poi abbassate e lasciate i vasetti nella pentola per 30 minuti. Immergete  i coperchi prima di scolare i vasetti. Spegnete e lasciate raffreddare. Tirate fuori i vasetti e i coperchi e fateli scolare a testa in giù su un panno asciutto.
  2. Lavate e asciugate i peperoni, togliete il picciolo, tagliateli a metà nel senso della lunghezza ed eliminate i filamenti bianchi, i semi e tagliateli a pezzetti.
  3. Utilizzando dei guanti di lattice, tagliate a metà e eliminate i semi dai peperoncini, infine tagliate a pezzetti.
  4. In una pentola ponete i  peperoni e i peperoncini a pezzetti, aggiungete lo zucchero, il sale e il vino e cuocete a fuoco basso. Coprite la pentola con un coperchio e lasciate cuocere per un’ora circa.
  5. Spegnete il fuoco e passate con il passaverdura.
  6. Mettete il composto ottenuto in una pentola e fate cuocere per 30 minuti. Mescolate spesso.
  7. Quando la marmellata risulterà densa spegnete e invasate con un colino e un mestolo nei vasetti sterilizzati. Poi chiudete i vasetti con i tappi e rovesciate i vasetti fino a quando si saranno raffreddati.
  8. Dopodichè, mettete i vasetti in una pentola avvolgendoli con dei strofinacci puliti, copriteli con acqua fredda e fate bollire per almeno 15 minuti.
  9. Spegnete il fuoco, lasciate raffreddare prima di estrarre i vasetti.
  10. Per verificare se la sterilizzazione è avvenuta con successo, quando premete sul tappo non sentirete click clack. In caso contrario, ripetete la sterilizzazione.
  11. Disponete i vasetti nella dispensa, in un luogo fresco e buio, per un mese.
  12. Trascorso un mese potete consumare la marmellata di peperoncini su crostini di pane o formaggi.

Propongo per questa ricetta la commedia Zucchero, miele e peperoncino diretta da Sergio Martino, interpretato da Renato Pozzetto e Lino Banfi.

zucchero miele e peperoncino locandina

Scheda film
imagesNazione e anno: Italia 1980
genereGenere: Commedia
durata Durata: 90 min
regia Regia: Sergio Martino
sceneggiatura Sceneggiatura: Castellano, Pipolo
attori Attori: Renato Pozzetto, Lino Banfi, Edwige Fenech, Pippo Franco, Patrizia Garganese, Dagmar Lassander, Sal Borgese, Glauco Onorato

Il film si articola in tre episodi comici, nei quali i protagonisti raccontano ad un tribunale le loro vicissitudini. Nel primo episodio Lino Banfi, interpreta Valerio Milanese, un pugliese che a causa di uno scambio di fotografie viene scambiato per Matteo Pugliese, un pericoloso assassino. Nel secondo Pippo Franco è Giuseppe Mazzarelli, un laureato in lingua francese che impossibilitato a trovare un lavoro si finge una domestica e lavora in una casa dove il proprietario, Duilio Mencacci, è un manesco macellaio e sua moglie Mara una donna infelice e maltrattata da quest’ultimo. Nell’ultimo episodio Renato Pozzetto, che interpreta Plinio Carlozzi, è un tassista coinvolto in un rapimento a “fin di matrimonio” da un clan di siciliani. Alla fine Plinio riuscirà ad evitare il matrimonio forzato che la ragazza di nome Rosalia non accettava, e quest’ultima si mostrerà grata nei suoi confronti al punto di sposarlo.

No votes yet.
Please wait...
Share.

14 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.